Slic3r: Load modifier e Slicing avanzato nella Stampa 3D

In Slic3r caricando un "modello modificatore" con "load modifier" puoi personalizzare lo slicing di una parte (o più) del modello 3D che vuoi stampare, un esempio evidente e ottimo per scopi illustrativi è il riempimento personalizzato con l'uso di infill.

Anche se stiamo parlando di slicing avanzato in realtà è semplice! E possono utilizzarlo anche makers principianti.

Tecnicamente caricando un modello modificatore (con load modifier) si può sovrascrivere il gcode solo nell'area interessata, questo è un bel vantaggio e può tornare utile durante lo slicing!

Un articolo semplice e pratico per imparare load modifier in Slic3r.

Sei un maker principiante o un artiginano digitale alle prime esperienze ti consiglio la lettura di Guida Stampa 3d principianti

Cominciamo...

La finestra di settings dove di trova load modifier si apre cliccando il pulsante settings dopo aver selezionato la mesh principale, o direttamente con un doppio click sul nome della mesh principale in Slic3r.

Nella finestra di setting trovi due scelte principali, Parts e Layer (layer non è trattato in questo articolo)

Vediamo ciò che permette Parts:

Attenzione ai simboli che contraddistinguono le Parti dai Modificatori:

finestra load modifier slic3r

Load Part aggiunge Parti al modello. Quando carichi la prima mesh ovvero quella da stampare, di conseguenza diventa la prima Parte!
Load Modifier permette di caricare dei modelli come Modificatori.
Delete Part cancella Parti e Modificatori.

Entriamo nel vivo...

Se vuoi praticare l'articolo durante la lettura scarica i modelli che ho usato dal canale thingiverse 3dingegno.
Sono modelli 3d semplici pensati e posizionati per guide allo slicing avanzato e inaugurano l'apertura del canale thingiverse 3Dingegno!

Per seguire gli esempi in modo più interattivo e hai uno schermo abbastanza grande ti consiglio di ridimensionare la finestra di 3dingegno fino alla scomparsa della barra laterale e spostarla ad un lato, ora apri e ridimensiona Slic3r e mettilo al lato opposto.

In Slic3r aggiungi il modello "piastra-forata.stl" (scaricabile da thingiverse 3Dingegno).

Ora seleziona piastra-storata.stl e clicca su settings, nella finestra di settings clicca load modifier e aggiungi modifier-semplice.stl come modificatore.

Dovresti avere una situazione simile all'immagine precedente, ma prima di andare avanti lasciati dire qualcosina...

Questa è la tecnica più semplice e veloce per utilizzare i modificatori, quando ti è possibile puoi usare forme semplici cosi da velocizzare la creazione del modificatore stesso. Più avanti vediamo un esempio di modificatore interno.

Aggiungiamo i parametri al modificatore per ottenere un riempimento personalizzato:

  • seleziona modifier-semplice.stl e Clicca il pulsante verde con un il più (+), visto nell'immagine precedente.
  • Aggiugi fill density per la densità.
  • Aggiungi Fill pattern per cambiare il tipo di riempimento.
Parametri opzioni modificatore slic3r

Impostiamo fill density e fill pattern:

  • Imposta fill density del modificatore al 50%
  • Imposta fill pattern in rectilinear
  • Premi OK per sovrascrivere il tutto!
Impostazioni modificatore slic3r
Attenzione! Assicurati di aver aggiunto fill density e fill pattern a modifier-semplice.stl! Ricordati di selezionare prima il modificatore desiderato, poi di aggiungere parametri con il tasto verde più (+).

Cambia le impostazioni globali della mesh principale, ovvero piastra-forata.stl!

  • Clicca Print settings
  • Imposta layers and perimeters a 0.3mm
  • Imposta infill al 10%
impostazioni globali slic3r

Tutti i settaggi sono a scopo illustrativo, per evidenziare i cambiamenti Metti Slic3r in anteprima.

anteprima infill personalizzato
Ricapitolando: La mesh principale che vuoi stampare è una Parte, e viene stampata! Mentre una mesh usata come modificatore può sovrascrivere il gcode solo nell'area del modificatore che interseca con una o più parti. (nel nostro caso una)

Nell'esempio faccio finta di rinforzare i fori per eventuali bulloni, dadi e rondelle, ma utilizzando solo il parametro infill puoi diminuire vibrazioni, rinforzare/alleggerire/svuotare determinate aree ecc...

Oltre a Infill ci sono altri parametri applicabili ai modificatori che possono tornare utili in diverse situazioni: Advancer, Extruder, Extrusion, Infill, Width, Layers and Perimeters, Speed.

Veramente interessante! C'è da ricordare che Non tutto è cosi semplice come infill, bisogna avere i giusti accorgimenti in base al parametro utilizzato, alla forma del modificatore e di come slic3r gestisce gli stessi.

Per cominciare vediamo due cose fondamentali, grandezza e posizione del modello modificatore in Slic3r.

La grandezza e posizione del modificatore in alcuni casi è poco rilevante, in altri molto importante! Rimanendo in esempio puoi notare che modifier-semplice.stl è composto da tre cilindri posizionati al centro dei fori di piastra-forata.stl, ma sono di gran lunga più alti!

Osservando il primo e ultimo strato con l'anteprima di slic3r, le linee dei modificatori si vedono!
modificatore slic3r semplice

Questo perchè abbiamo usato un modificatore semplice e più alto della mesh principale, ma in alcune situazioni serve qualcosa di più personalizzato. In questo ipotetico caso è ottimale un modificatore interno in Z e centrato in altezza in base al layer height e al numero di top e bottom layers che vogliamo utilizzare.

Cancella modifier-semplice con delete part e carica come modificatore modifier-interno.stl con l'uso di load modifier. A differenza del modificatore precedente è posizionato all'interno di piastra-forata.stl e con l'anteprima di Slic3r puoi notare che il primo e ultimo strato sono ok!

Abbiamo visto che possiamo usare sia dei modificatori semplici che richiedono meno tempo di modellazione, o dei modificatori personalizzati per ottenere migliori caratteristiche o/e invisibilità.

Se tutto è andato per il verso giusto dovresti aver capito il concetto dei modificatori cosi da muoverti più agevolmente e fare altre prove con i modelli che ho usato nell'articolo, scaricabili dal canale thingiverse 3Dingegno

ULTIME NOTE:

  • Una volta caricato il modificatore possiamo scalare, ruotare e spostare la mesh principale e il modificatore si adatta di conseguenza, fantastico!
  • I modificatori sono applicati a tutte le copie della mesh da stampare create con il tasto "more".

Un consiglio: Caricare il modificatore prima di ruotare la mesh principale, altrimenti il modello modificatore non si adatta alle nuove coordinate mentre per scala e spostamenti sul piano nessun problema.. il modificatore viene scalato e spostato in base alla grandezza e coordinate del modello da stampare nel momento in cui usi "load modifier"

Se vuoi vedere un'altro esempio d'uso di infill density ecco un'articolo dove viene usato un modificatore semplice per rinforzare un'area di uno strumento musicale. http://slic3r.org/blog/modifier-meshes

Ovviamnete questa è solo la punta dell'iceberg dei modificatori di slic3r, come avrai notato oltre che infill density puoi scegliere molte altre cose come advancer, extruder, extrusion width, layers and perimeters e speed, ma con i modificatori bisogna lavorare con attenzione in base al parametro che stiamo utilizzando.

Se sei un apprendista maker, un principiante o semplicemente ti è piaciuto l'articolo puoi inscriverti sotto o condividere l'articolo nei tuoi social

Grazie mille per l'interesse dimostrato!

Buon slicing!

Autore:

Seguici sui nostri canali

Condividi l'articolo sul social che preferisci...

Argomenti di questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *